Diario di bordo

 

In questa pagina troverete tutto ciò che riguarda le attività quotidiane che vogliamo condividere! 

 

 

 

Anno scolastico 20/21: "un anno in compagnia di Apepè!"

Luglio 2021

Il 7 settembre le porte della scuola materna si sono aperte per riaccogliere i bambini che già la frequentavano l’anno precedente.
Il primo giorno è stato un po’ strano… dopo 6 mesi a casa e con dei cambiamenti di sezione e organizzazione. I bambini però hanno una marcia in più e già dal secondo giorno sembrava che non fossero mai andati via dall’asilo.
L’8 settembre sono arrivati i bambini nuovi. Certo qualche pianto c’è stato ma alla fine sono stati bravissimi e in poco tempo si sono ambientati, inseriti e imparato a interagire con i bambini già presenti nelle classi.
Alla mattina i bambini del pre-scuola vengono accolti dalla maestra Donata e dalla maestra Rita mentre la gestione del doposcuola è affidata a Cristina, che si occupa di far fare merenda ai bambini e di giocare con loro fino all’arrivo di mamma e papà.
Il momento della nanna dopo il pranzo è stato mantenuto per i bambini rossi e arancioni ricavando un angolino fuori dalla sezione a loro dedicato.
Quest’anno, visto il periodo che stiamo vivendo, non è possibile uscire dalla propria classe e andare liberamente nei vari spazi della scuola come si faceva prima. Panchine, bagni, armadietti e locale mensa sono personalizzati per ogni classe. I momenti comunitari quest’anno non abbiamo potuto viverli come in passato: la soluzione l’abbiamo comunque trovata radunandoci tutti davanti alla porta della propria classe con la maestra Rita che ci tiene tutti uniti, come il filo rosso e come Apepè che presto arriverà a trovarci.
Finché il tempo l’ha permesso, ogni classe è uscita in giardino a giocare nell’angolo a lei dedicato, delimitato e in cui si trovavano dei giochi, per esempio casette, lo scivolo e tanti altri giochi per divertirsi insieme e correre.
Nel mese di Ottobre è finalmente arrivata APEPE’.
Apepè è il personaggio scelto quest’anno come filo conduttore, ponte d’unione tra tutte le sezioni grazie ai messaggi che faceva trovare per ogni classe in cui salutava i bambini e faceva richieste per nuove attività.
Apepè ha iniziato accompagnandoci nella prima stagione che si incontra qui all’asilo con i bambini: l’autunno.
In classe si sono lette storie e imparate filastrocche inerenti la stagione e, a seconda dell’età, ogni bambino ha realizzato foglie ed alberi autunnali.
Abbiamo anche fatto uscite nel nostro giardino per raccogliere foglie e rametti, per vedere come è cambiata la natura intorno a noi, come l’aria è più fresca e frizzantina.
In queste occasioni, ben coperti, si è giocato un po’ all’aperto, si è corso e si sono fatti disegni con i gessi sul pavè all’ingresso della scuola.
In un nuovo messaggio Apepè ci ha chiesto se poteva stare con noi a scuola, così ogni classe si è cimentata nella realizzazione di diverse tipologie di alveare.
Con un altro messaggio Apepè ci ha inviato in dono la sua canzone e del miele da assaggiare in classe.
Il 7 Gennaio ci siamo trovati in corridoio con le altre classi e insieme ad Apepè ci siamo scambiati gli auguri di buon anno.
Apepè ci ha porta un nuovo messaggio e ci ha regalato un libro: “Un pupazzo di neve davvero generoso”.
In classe è stata letta la storia e si è discusso con i bambini di come il pupazzo di neve è stato sempre gentile e disponibile con tutti. Successivamente si è chiacchierato in piccoli gruppi su quali siano i gesti e le parole gentili che quotidianamente si vivono all’asilo o a casa.
È arrivato poi il turno del carnevale e Apepè ha organizzato una festa invitando i suoi amici della “Eco band”: Ico il lombrico, Ica la formica, Ella la coccinella.
Le maestre sono diventate delle formiche e hanno drammatizzato la storia “Una formica un po’ così”. Al termine ogni classe ha ricevuto a turno una doccia di coriandoli e al pomeriggio si è fatta la guerra di stelle filanti.
Durante il mese di marzo, come il resto delle istituzioni scolastiche, siamo stati chiusi. Per la nostra scuola è stata l’unica chiusura quest’anno.
Ad aprile eccoci di nuovo qui alla scuola materna pronti per vivere una nuova stagione insieme: la primavera!
Apepè con un nuovo messaggio ci ha chiesto di impegnarci in un altro progetto: “ORTICOLANDO”.
Armati di palette, semi e vasetti abbiamo seminato fiori, fagioli e piantine
aromatiche ….


La terra, oltre che per le piantine, è stata utilizzata nelle classi per giocare e travasare.
Nelle classi i bambini hanno imparato una filastrocca sulla primavera e hanno ascoltato delle canzoni su questa stagione.
Grazie alle belle giornate le uscite in giardino non sono mancate, anzi. Si è potuto finalmente giocare sul nuovo gioco arrivato all’asilo, raccogliere fiori o materiale che poi in classe è stato usato per classificare, descrivere e giocare.


Tutti i bambini di tutte e tre le età hanno sperimentato diversi modi per realizzare fiori, farfalle o insetti, affinando al contempo la conoscenza del colore, il disegno, la motricità e l’utilizzo delle forbici.
Per l’angolo dei travasi si sono usati diversi materiali: terra, segatura, riso soffiato, per stimolare i bambini e la loro fantasia.
All’interno delle classi è stato allestito un angolo con giochi differenti volti a promuovere lo sviluppo della motricità e della coordinazione, al quale i bambini hanno avuto la facoltà di accedervi liberamente, con l’unica regola di riporre al loro posto i giochi dopo aver terminato di usarli.

I blu hanno portato avanti il discorso del quaderno per il gioco-scuola con tema primaverile.
All’aperto si sono allestiti giochi d’acqua e percorsi: questi ultimi i bambini li hanno potuti fare prima seguendo le indicazioni dell’insegnante e poi in libertà.
Fra tutte queste attività poi si sono inseriti:
- il mese di maggio dedicato a Maria con la festa della mamma che ci ha permesso di vivere qualche momento comunitario all’esterno dell’asilo, tra cui quello in oratorio. Dopo la visita alla grotta di Maria i bambini, divisi per sezione, hanno fatto delle belle corse nel campone del nostro oratorio.
- I festeggiamenti per i vari compleanni vissuti in questi mesi.

-I momenti dedicati all’ IRC che sottendono tutto il percorso formativo e ci accompagnano durante i momenti forti dell’anno.

-La festa di fine anno: la messa e la successiva consegna dei diplomi ai bambini dell’ultimo anno di scuola materna.
Nell’ultima parte dell’anno i blu hanno intrapreso un breve percorso per la continuità con la scuola primaria gestito dalla maestra Rita, dopo un incontro avuto con le insegnanti della primaria.
Accanto a tutto ciò i bambini blu hanno incontrato la maestra Cinzia della scuola primaria che ha presentato loro letture e schede cercando di riassumere al meglio il percorso di potenziamento che purtroppo, visto il periodo che stiamo vivendo, è stato possibile proporre solo nell’ultima parte dell’anno, per un periodo ridotto.
Il 21 giugno è arrivato alla scuola materna il signor Fiorenzo, apicoltore da 40 anni. È stato molto gentile oltre che ad essere molto preparato sull’argomento api. Con pazienza ha raccontato e mostrato ai bambini la realtà dell’apicoltore facendoci aprire gli occhi sulla meraviglia di quel micromondo. In classe abbiamo poi guardato due libri riguardanti il mondo delle api, in seguito i bambini hanno colorato l’apicoltore e realizzato in modi differenti un’ape.
Percorsi, gioco-scuola per i blu e giochi per affinare la motricità si sono intervallati durante tutto l’anno.
L’ultimo giorno di scuola abbiamo fatto una PASSEGGIATA tutti insieme, abbiamo fatto un PICNIC nel nostro bel giardino e poi abbiamo salutato la nostra grande amica APEPE’. 

L'anno scolastico si è concluso il 30 di giugno. Il nostro asilo, durante il mese di luglio, ha aperto le porte ai bambini del campo estivo. I bambini hanno potuto giocare nel giardino con il gioco nuovo a forma di nave.

Diverstirsi con i giochi d'acqua, mangiare all'aperto, pitturare...


Tra le novità di questo periodo c'è l'installazione in alcune classi di pannelli colorati al soffitto.

 

Non ci resta che augurare a tutti i bambini e alle loro famiglie buone vacanze e … arrivederci a settembre!!!
Un abbraccio da tutte le maestre , da Rita , da Anna e Olga

 


Ai tempi del Coronavirus...

Eccoci qui…col cuore e con la mente in attesa di poter rivedere di persona i nostri bambini…

Ma in questi mesi che l’asilo è rimasto chiuso cosa è successo???

Anche se non in presenza noi maestre con il CDA abbiamo voluto e desiderato essere vicini ai bambini e alle famiglie, cercando di ridurre la distanza che questo brutto virus ha generato.

Abbiamo cercato, insieme ai genitori di spiegare che cosa aveva causato questo blocco….

Per stare vicino ai bambini, all’inizio abbiamo realizzato dei video di saluti accompagnati da video letture, un po’ come facevamo all’asilo: tutti seduti sul tappeto si ascoltava la storia che la maestra leggeva.

In un secondo momento abbiamo iniziato ad inviare video di ricette, video di giochi da rifare a casa o percorsi di motoria sempre per cercare di ripristinare, di riscoprire un rapporto, un contatto ma con nuove modalità.


In seguito ogni maestra ha invitato i bambini della sua classe a partecipare in piccoli gruppi ai LIVE sulla piattaforma “Weschool”, per poter stare sempre più vicini e non scordarci volti e voci.

L’ultimo LIVE l’abbiamo usato per augurarci buone vacanze. Tutti i bambini della sezione si sono connessi contemporaneamente insieme a tutte le maestre: beh è stato una gran baraonda che, come ha ricordato la maestra Rita, assomigliava un po’ alla confusione che in certi momenti si respirava all’asilo all’ingresso o nei momenti di gioco comunitario.

E poi… abbiamo provato a continuare il percorso sulle emozioni che avevamo iniziato in asilo.

Ad esempio abbiamo fatto video letture per la paura.


Per l’emozione della calma abbiamo pensato ad attività riconducibili a questa emozione: giochi, letture, schede che richiedessero appunto calma e attenzione.

🎵Audio relax

 

 

Il percorso si è concluso con l’emozione “amore” intesa come il sentimento d’amicizia che ci lega, che unisce i bambini nella loro quotidianità qui all'asilo …

 

 

Non dimentichiamoci che crescere vuol dire anche sviluppare delle competenze, delle abilità. Per questo abbiamo creato una board su “Weschool” in cui i bambini con le loro famiglie potessero trovare spunti e idee per attività da rifare a casa insieme.

 

 

 

Non potevamo di certo dimenticarci di abbracciare per l’ultima volta i nostri bambini grandi, i nostri blu dell’ultimo anno….aspettiamo di farlo di persona il 31 agosto con la consegna del diploma ma intanto…un pensiero per voi.

 

ORA NON CI RESTA CHE AUGURARE A TUTTI

BUONE VACANZE !!!

 

 


Il natale si avvicina ...

e alcuni volenterosi papà hanno preparato nel giardino della scuola il presepe.

Grazie papà