La nostra Storia

L’apertura di un Asilo Infantile a Caronno Varesino risale al 1910.

All’inizio degli anni Sessanta, per volere del parroco e di alcuni parrocchiani, si iniziò a pensare a una nuova struttura. Il nuovo edificio sorse grazie al progetto dell’architetto milanese dott. Arnaboldi e dell’impresa di un caronnese, Alberto Ghiringhelli, su di un’ampia area verde con una superficie coperta di circa di circa 685 metri quadri per un volume di metri cubi 2880 di proprietà della Curia.

Lo stabile è stato progettato in modo da poter ospitare 90 bambini e da comprendere anche l’alloggio delle suore e una cappella.

Il passaggio del testimone fra il vecchio asilo infantile e la nuova scuola materna parrocchiale ebbe luogo con l’apertura dell’anno scolastico 1966/67. La sua inaugurazione avvenne ufficialmente il 3 settembre 1966 alla presenza di S.E. il cardinale Giovanni Colombo, delle autorità civili e religiose e della popolazione caronnese.

“La scuola materna è il primo inserimento ufficiale del bambino nella società e perciò merita di essere annoverata tra i più indispensabili servizi sociali. Qui il bambino fa le sue scelte, accetta gli altri e tutto questo per la prima volta nella vita. È importante che questa prima società organizzata sia profondamente cristiana. Proprio per questo una parrocchia può e deve interessarsi alla scuola materna”.

 

A reggere la nuova scuola furono chiamate le suore della congregazione religiosa delle Figlie di Cristo Re e con loro l’8 settembre 1966 l’asilo aprì per la prima volta i battenti. Aiuti ed elargizioni non cessarono con l’inizio dell’attività.

La presenza di queste suore ha sempre richiamato alla Comunità parrocchiale e civile la testimonianza di un impegno gratuito e fecondo che è tutt’oggi oggetto di riconoscenza da parte di adulti e anziani. A riprova di ciò possiamo citare la presenza di volontari che si sono sempre adoperati per la necessità della scuola, dai servizi più umili come la manutenzione del giardino ai più impegnativi come la supervisione amministrativa.

Le suore hanno cessato la loro attività educativa nel mese di luglio 2000. Erano state affiancate da personale laico già da alcuni anni, ora sono state sostituite totalmente.

La scuola dell’infanzia parrocchiale è stata riconosciuta scuola paritaria con D.M. N° 488/3242 del 28/02/01.

Benedizione e posa della prima pietra della scuola materna il 25 Luglio 1964 alla presenza di Mons. Giuseppe Schiavini

 Benedizione e posa della prima pietra della scuola materna il 25 Luglio 1964 alla presenza di Mons. Giuseppe Schiavini

 

Questa scuola è l’unica esistente nel nostro paese. È scelta dalle famiglie non solo per la proposta educativa che la caratterizza ma anche per l’ampia apertura oraria, la disponibilità ad accogliere bambini in situazione di handicap, in difficoltà economiche o di culture diverse che condividono però il Progetto Educativo.

Queste ragioni ne motivano il riconoscimento dell’Amministrazione comunale come patrimonio della Comunità: tutto ciò ha portato alla stipula di una Convenzione nella quale si definiscono i reciproci impegni e l’ammontare dei fondi che permettono alla scuola di operare secondo le necessità nel rispetto dei principi ispiratori.

Visto l’aumento delle domande di iscrizione a partire dall’anno 2000, con l’aiuto dell’Amministrazione comunale la Parrocchia è riuscita ad ampliare la struttura e, a decorrere dall’anno scolastico 2005/06, le sezioni funzionanti sono diventate 5.

Ad oggi la scuola materna accoglie 79 bambini divisi in 4 sezioni eterogenee per età.

Si qualifica come Ente Religioso ed è retto da un Consiglio di Amministrazione. Il Parroco presiede il consiglio e ha la rappresentanza legale dell’Ente. I componenti sono:

  • Il Parroco, presidente, ente gestore pro tempore (Don Luigino Aldegheri)

  • Cinque rappresentanti nominati dal parroco

  • Due rappresentanti nominati dal Comune

  • La direttrice della scuola

La scuola materna parrocchiale ha come risorse proprie prima di tutto le persone (il personale, i volontari, i genitori che collaborano con la scuola).